Racconto: L’Abominio del Bosco

Marco aveva un rapporto assai particolare con sua nonna. Era senz'altro positivo, come la maggior parte dei legami tra nonni e nipoti, ma fu Marco stesso ad accorgersi col tempo che quello con sua nonna fu un rapporto che andava ben oltre l'ordinario, toccando vette che lui stesso riteneva non fosse possibile raggiungere.E' però necessario... Continue Reading →

Racconto: Il Viaggiatore

Tra tutti i luoghi in cui aveva viaggiato, Daniel convenne subito che quello in cui si trovava adesso era il più strano di tutti. E non era una forzatura dettata dallo stupore che stava provando in quel momento, anche perché era davvero un viaggiatore assiduo lui. Era un bosco, quello lo aveva capito dal principio,... Continue Reading →

Racconto: Il Fuggitivo

Il Fuggitivo si era liberato e ora attraversava la città immersa nella notte. Camminava a passo svelto, cauto ad ogni movimento per non rivelare la propria presenza. Faceva freddo e pioveva, le raffiche d'acqua gli flagellavano le spalle e la faccia, e lui era del tutto nudo: in altre occasioni sarebbe stato divorato dal pudore,... Continue Reading →

Microstorie -N.28-

Ciao, sognatore Per Phil era semplice: bastava uno sguardo fuggente di lei a lavoro, sul tram o al parco per perdersi nei suoi sogni più intimi. Matrioska "Presto si scoprì che l'epidemia fu l'arma con cui la Corporazione degli Alieni Grigi ci decimò: eravamo minoranza sulla Terra, a casa nostra". Corvo rilesse la sua microstoria... Continue Reading →

Microstorie -N.27-

TragittoScelse di camminare nell'oscurità, ma solo perché gli sembrava la via più breve per raggiungere la luce.DentroNonostante tutte le promesse di pace e prosperità, il marinaio non rivide più il faro e la Terra Prescelta, e vagó per sempre nel suo mare di disperazione.Sé stessiVoleva poter amare ma non riusciva a farlo.Troppo tardi: fu obliato... Continue Reading →

Microstorie -N.26-

L'ultimo testimone<<Lei è certo di quello che fa?>>, chiese sorridendo lo spettro della donna in nero.L'ispettore Tommasini la guardò di soppiatto. <<Lei invece deve smetterla di disturbare il sonno degli abitanti del villaggio>>. <<Oh, in realtà agisco per punirli>>, ribatté lei senza smettere di sorridere.<<Infatti proprio lei è venuto qui con l'intenzione di indagare su... Continue Reading →

Microstorie -N.25-

Andrà tutto bene Davide, alla fine, non ce la fece più. Rinchiuso in quarantena da Dio solo sapeva quanto tempo, iniziò ad agire. La sua Vanessa era sul balcone chinata, intenta ad annaffiare le piante. Lui la raggiunse, si chinò, le afferrò le caviglie e la sollevò: un bel volo dal quinto piano che si... Continue Reading →

Microstorie -N. 24-

Buone intenzioni Ti amavo e non sapevo come dirtelo. Se solo non avessi provato a slegarti e a scappare da casa mia forse l'avrei fatto. Fa nulla, buon 8 marzo, amore mio. Il pistolero letterato Ognuno di noi ha una morale, e quella del professor De Gagliardis era alquanto singolare: lui non correggeva gli errori... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑