Quale sarà il futuro del Nido del Corvo?

Devo dirlo, in questi due mesi ho riflettuto parecchio sulla strada da far intraprendere al blog, al materiale da portare e tante cose: è un punto che avevo citato in modo implicito nell’ultimo articolo, solo che ovviamente non mi andava di parlarne lì, e anzi ho reputato necessario prepararne uno nuovo.
Non so come la prenderete, ma non ho importanza, ora so cosa fare per molto tempo.
Con l’intento di sfamare subito i ridicoli cacciatori di clickbait sempre a rompere le scatole (perché cacciare i clickbait, oramai, è diventato il nuovo hobby dei frustrati, manco fossimo nel XVI secolo), metto le mani avanti: no, il blog non chiuderà, almeno non definitivamente. Anche se non è questa la reale motivazione di questa pubblicazione, anticipo che il blog resterà chiuso per tutto luglio e agosto poiché anche il sottoscritto ha diritto di abbuffarsi di gelati, schifezze e angurie e di morire di un caldo che (fortunatamente) sembra non arrivare.
Già…odio il caldo. Anche più di Eragon.

Le riflessioni che ho dovuto (voluto) affrontare mi hanno portato, come detto, a prendere delle decisioni circa la natura evolutiva dello stesso blog, e quindi parliamo di cambiamenti. Cambiamenti non radicali ma piuttosto orientati a far sì che il Nido del Corvo faccia una svolta, cambi corso!
Quali sono questi cambiamenti? Beh, farò in modo di riassumerli, iniziando da quelli che reputo meno importanti, ossia i cambiamenti tecnici e le revisioni, per poi passare a quelli di importanza primaria, ossia l’aggiunta di contenuti.
Il tutto è orientato semplicemente a far nascere un Quarto Reich che perseguiti i potterheads e chi scrive su Wattpad uno spazio che possa presentare una certa varietà tra le sue pubblicazioni.
Dunque, questi due mesi verranno impiegati per:

  • Revisione degli articoli vecchi. Che ci crediate o no, mi piacerebbe rivedere molti degli articoli pubblicati tempo fa: aggiornarli, migliorarli, rivederne le posizioni, e così via. Pubblicherò ogni revisione completata nelle pagine social del blog, in modo tale che non perdiate gli aggiornamenti!
  • Cambio tema grafico. Sapete, sto tema che utilizzo dalla fondazione non è che mi faccia impazzire. Il blog era gggiovine e fu un amore passeggero, adolescenziale. Certo, resta bello, ma lo trovo povero e senza potenziale, in particolare con i widgets. Tra quelli gratuiti c’è molto meglio, ma il dominio non lo compro ancora perché sono testardo.
  • Cambio sottotitolo. “Blog di narrativa fantastica, distopica e dell’insolito” non ci sarà più per la vastità che ho toccato e toccherò. La maggioranza di eventi (ci tengo a ribadirlo) riguarderà sempre principalmente la narrativa fantastica…ma non solo.

A partire da settembre, come scritto, ci saranno più contenuti, alla ricerca non solo di una certa varietà ma anche di una certa originalità.
Il fatto di essere visto da sempre come un blog di “critica”, vi confido, mi ha sempre infastidito molto perché, di fatto, la vedo come una limitazione, una etichetta che limita me e le mie stesse potenzialità.
Ma vabbè: per molti rimarrò “quello che ha avuto il coraggio di criticare Harry Potter”. Bello.
Ritornando a noi:

  • Gli articoli che conoscete, le riflessioni, continueranno ad uscire. Anzi ne dovrebbero uscire due o tre parecchio piccanti (e so cosa vuol dire piccante, sono calabrese…). A settembre.
  • Nuova rubrica “racconti e microstorie”. I racconti potrebbero avere una cadenza bimensile, le microstorie usciranno ogni giovedì! Ciò vuol dire che aumenterà anche la frequenza delle pubblicazioni: si passerà ad una media di due a settimana per un minimo di una. Per sapere cosa sono le microstorie, consiglio in primis l’articolo di un grande collega, ossia il Palombaro, e in secundis la sua pagina Facebook, dove ogni giorno viene pubblicata una microstoria! Non ve ne pentirete!
  • Excursus storici e di letteratura. Anche questa sarà una nuova rubrica, e si parlerà di correnti artistiche, curiosità, fatti storici con al centro il tema della narrativa!
  • OT che toccheranno numerosi campi, con epicentro che parte sempre ed esclusivamente dalla narrativa.
  • Le rubriche esistenti continueranno ad uscire, e con ciò parlo di “come dovrebbe essere”, la storia del fantasy, le recensioni e così via. Anzi, queste dovrebbero avere maggiore impulso.

Infine, una piccola sincerità.
Perché lo faccio? Dire “lo faccio per voi” è una bugia, vi prenderei per i fondelli e di bugie già ce ne sono tante in giro.
Non lo faccio per la massa, perché la massa è stupida ed è sempre alla ricerca della mediocrità. La massa, appena mostri un punto di vista differente e critico, ti dà dell’aizzatore, del provocatore; se provi a fornire un titolo più sciolto e che spinga alla lettura, ti accusa di fare clickbait e di volere facile visibilità, e non importa se il titolo riassume perfettamente il tuo articolo, no, sei timbrato ovunque, su WordPress, nei gruppi Facebook amministrati da scimmie esaltate, su Twitter.

Non lo faccio per le views, proprio perché sto osando cambiare nell’anno di maggiore crescita per il Nido (che stupido, no?).
Se volessi più views, diventerei il covo del copia-incolla, a prostituirmi intellettualmente e a essere una merce pari a quella di milioni e milioni di blog di libri. Mi metterei a fare le mediocrità a cui piacciono “ai più”, sputando quattro sentenze e sei parole e vedendo la mia visibilità raddoppiata a fronte di una grande soddisfazione.
Mi rendo conto di star criticando mezzo WordPress pubblicamente, ma pazienza, io ho sempre cercato il contenuto originale (ecco perché due articoli al mese). E non è un vanto, il mio, perché so bene che non presento necessariamente caviale e ho la consapevolezza che ci sono miliardi di blog meglio del mio (e meno seguiti).

La realtà è che faccio tutto questo per me: amo quel che faccio, lo adoro davvero, è una passione che mi ha travolto e mi ha reso davvero contento di aver fondato il Nido e sono anche impaziente e voglioso di iniziare questo “nuovo corso”.

Nonostante le precedenti morali, oso salutare e ringraziare chi mi legge. Non vi ringrazierò come “numeri”, però, come fanno tutti con la figura mitologica e indistinta del “pubblico”, piuttosto vi guarderò come individui pensanti: i vostri commenti, i vostri pensieri e anche le vostre critiche (non ho mai dispensato verità, io, solo opinioni) poste sempre con logica e volere costruttivo sono la maggior ricompensa per me e per questo blog, ed è ciò che il Nido del Corvo punta ad avere.

Per gli individui pensanti come voi qui ci sarà sempre posto. Per la massa no.

State bene in questi due mesi e ci vediamo a settembre!

 

Ciao!

Annunci

7 risposte a "Quale sarà il futuro del Nido del Corvo?"

Add yours

  1. Bravo, Corvo, ottimi propositi i tuoi. Coincidenza: anch’io sfrutterò questi due mesi per aggiornare i vecchi articoli, che per quanto riguarda formattazione, SEO, link eccetera mi risultano tribali rispetto a quelli che ho scritto di recente. Spaziare, comunque, è un’ottima idea, fermo restando il tema di partenza. E grazie mille per il link e la fiducia 🙂 sono molto curioso di leggere le tue microstorie!
    Ti quoto anche sul mondo dei blog letterari. Sembrano fatti con lo stampino…

    Piace a 1 persona

    1. Grazie Palombaro!
      Quanto ai link, non è assolutamente niente, anzi ho trovato gradevoli sia il tuo articolo sia le microstorie giornaliere, come sai!

      Ovviamente vediamo cosa uscirà fuori, in ogni caso vale la pena provare 😉

      Piace a 1 persona

  2. Corvoooooooooooooooooooo
    “Già…odio il caldo. Anche più di Eragon.” quindi siamo gemellini? Come possono esserlo un cervo e un corvo? Misteri. Ma tanto è “fentesy” e quindi può succedere. Con la differenza che tu puoi abbuffarti di gelati e io nope (sappi che ti odio).
    Comunque, sono molto curiosa per l’aspetto delle microstorie! Perché interessa anche a me (intanto “La chiave di Kiri” resta bello che morto coff coff).
    Ps. Che cattivello a chiamarle “scimmie esaltate” 😛 Insomma, può capitare a tutti di perdere la testa per il “potere” asd

    Piace a 1 persona

    1. AHAHAH!

      Sì, è fentesi e ti fai troppe domande, oh! Accetta la cosa! E al diavolo la verosimiglianza (ma non i gelati!) 😉

      Vediamo ste microstorie! Io non vedo l’ora di mettermi all’opera, ma solo DOPO aver riorganizzato un pochino tutto 😉
      Riprendi “La chiave di Kiri”, Tundre. Ne vale davvero la pena. Se hai però altri progetti, non fa nulla! 😉

      Esattamente proprio per questo motivo “scimmie esaltate”: capirai che “potere” hanno in mano…

      Piace a 1 persona

  3. Mi piace molto il tuo blog e complimenti per i nuovi propositi.
    Vale sempre la pena tentare il cambiamento: è un rischio, ma se non lo si corre non si potranno mai trovare nuove strade. Uso questa filosofia alla Fabio Volo solo per dire che, se si vuole uscire dal marasma dei blog letterari tutti uguali, bisogna buttarsi e tentare qualcosa di nuovo. Fai bene, quindi, a seguire la tua strada e sappi che hai il mio supporto anche per il giudizio su Harry Potter 😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: